IL MONDO NUOVO EVOCATO DALLO STORICO CARNEVALE DI IVREA

“Non v’è povero quartiere che non sfoggi un pò di gale, che non canti con piacere la Canzon del Carnevale. Con la Sposa e col Garzone che ad Abbà prescelto fu, va cantando ogni rione: il Castello non c’è più”

Gabriele Allegro, 09.03.2014                                               FOTOGALLERY

IVREA – Per lo Storico Carnevale di Ivrea, tutta la città si adorna delle vistose bandiere colorate dei vari rioni, pronti ad accogliere l’evento.  Già a partire dall’Epifania, le melodie dei pifferi e tamburi risuonano attraverso le vie del centro storico per annunciare l’inizio del Carnevale. Alla presentazione del Generale e  del Magnifico Podestà segue l’uscita degli Abbà, dieci bambini in ricchi costumi rinascimentali che rappresentano i  priori delle cinque parrocchie d’Ivrea.  

La manifestazione si estende dunque per diverse settimane, sino ad arrivare ai suoi giorni di apice, quest’anno dal 1° al 4 marzo. Si inizia il sabato sera con la presentazione della Vezzosa Mugnaia, eroina del Carnevale, omaggio alla libertà femminile, dall’alto del balcone del Palazzo Municipale, seguita dalla sfilata notturna con le squadre degli aranceri a piedi

Con il primo carosello a cavallo dello storico corteo nel pomeriggio della domenica inizia la spettacolare “Battaglia delle arance” che prosegue nei giorni di lunedì e martedì con la seconda e ultima sfilata di gala. E nell’aria frizzante della cittàdalle rosse torri’, si percepisce per alcuni giorni quell’intenso piacevole profumo d’ arancia,  destinato poi a svanire come nostalgico ricordo.

I giorni di Carnevale trascorrono così rapidamente che pare di vivere la sequenza di un sogno: in men che non si dica, giunge l’ultima sera della manifestazione. I cittadini si ritrovano alle ore 21 del martedì in piazza di Città, nel cuore di Ivrea, per assistere al bruciamento dello scarlo, un palo rivestito di erica e ginepro. Secondo la tradizione, le fiamme crepitanti che lo avvolgono sono simbolo di vitalità e buon augurio per l’anno da poco iniziato. La Mugnaia, in piedi  sul cocchio dorato, leva in alto la spada, finchè la bandiera in cima allo scarlo non è del tutto consumata dal fuoco. Le fiamme risalgono il palo in pochissimi secondi e il suo cuore si colma di gioia per il buon auspicio. Colta dall’emozione, l’eroina saluta il suo popolo per l’ultima volta, prima di rientrare nel Palazzo Municipale. Il sogno è finito, e il giorno dopo, secondo consuetudine, ognuno ritornerà alla propria occupazione e alla normale vita quotidiana.

Da oltre duecento anni - la manifestazione fu istituzionalizzata nel 1808 - la gente di Ivrea si riunisce per vivere il Carnevale come un rituale. Dimentica per alcuni giorni tutte le proprie preoccupazioni, i propri affanni, dedicandosi ad un evento unico, in cui storia e leggenda, realtà e sogno si intrecciano formando un universo di straordinaria intensità,  un mondo nuovo di cui ognuno può fare parte.

Nelle immagini che seguono, uno spaccato della manifestazione.

NB. L'ultima immagine della fotogallery che appartiene all'edizione 2012 è stata inserita per illustrare il testo. 

------------------------------------

IVREA (TO) -  "STORICO CARNEVALE DI IVREA 2014"

Fotogallery di © Enzo A. Borin - 2 - 4 marzo 2014

Tutte le immagini sono coperte da Copyright, i diritti sono riservati ed è vietata la riproduzione totale o parziale, salvo che non sia data specifica autorizzazione scritta congiunta da "ilvideogiornale.it" e dall'autore. Per informazioni:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Any reproduction, modification, publication, transmission, transfer, or exploitation of any of the content, for personal or commercial use, whether in whole or in part, without written permission from myself is prohibited. © All rights reserved.

Eventuali immagini inappropriate possono essere segnalate a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NB. - Le immagini che seguono, sono ottimizzate per una visione con risoluzione di 1024 x 768 px

Sei qui: Home FOTOGALLERY Photo 2014 RITRATTI e PERSONAGGI